Bei Shaolin Quan Italy - Shaolin Kung Fu Tradizionale del Nord


Vai ai contenuti

Creatività

Aspetti dello Shaolin

Il Maestro mentre insegnava a uno dei suoi studenti. Egli ha detto, dopo che uno studente ha completato i suoi anni di apprendimento da Maestro, che era così felice di poter svolgere ogni movimento esattamente nello stesso modo e sentire esattamente come il Maestro gli aveva insegnato.
Poi, il Maestro gli chiese di lasciarlo e mettere in pratica per tre anni, e poi di tornare. Lo studente lo lasciò e dopo tre anni di dura pratica, lo studente tornò a vedere il Maestro. Egli era triste e pieno di vergogna per soddisfare il Maestro. Inchinò la testa verso il basso e si sentiva molto dispiaciuto. Disse al Maestro: "
Maestro, dopo tre anni di pratica, ora sono molto triste. Più ho praticato, più ho perso la sensazione che avevo tre anni fa. Ora, sento che circa un terzo delle forme sono diverse da quelle che mi hai insegnato originariamente."
Il Maestro lo guardò e disse: "
Non va bene! Non buono! Vai a casa e praticare altri tre anni e poi torna a me." Lo studente lo lasciò nel dolore e nella tristezza. Praticò con sempre maggior difficoltà per i tre anni successivi. Poi, tornò di nuovo dal Maestro. Tuttavia, si sentiva ancora peggio della prima volta che era tornato. Guardò il Maestro molto deluso. Egli disse: "Maestro! Non so perché. Più ho praticato, il peggio è diventato. Ora, i due terzi delle forme si sentono diverso da quello che mi hai insegnato."
Maestro di nuovo lo guardò e disse: "
Non va bene! Non buono! Tornare a casa e praticare altri tre anni e poi torna a vedere me." Lo studente lo lasciò molto molto triste. Questa volta, praticò ancora più duro di prima. Mise tutta la sua mente nella comprensione e nel sentire ogni movimento delle forme che ha imparato. Dopo tre anni, ancora una volta tornò a vedere il Maestro. Questa volta, la sua faccia impallidì e non osava guardare in faccia il Maestro direttamente. Egli disse: "Maestro! Mi dispiace. Io sono un fallimento e vi ho deluso. Ora non sento nemmeno una forma con la stessa sensazione, come mi ha insegnato".
Quando il Maestro lo sentì parlare in questo modo, rise forte e era molto felice. Guardò lo studente e disse: "
Grande! Hai fatto bene. Ora, le tecniche che hai imparato sono le tue e non le mie".

Da questa storia, si può vedere che la mentalità delle arti è creativa. Se il grande musicista Beethoven, dopo aver appreso tutte le tecniche dal suo maestro non avesse mai imparato a creare, allora egli non sarebbe diventato così grande. E lo stesso con il grande pittore Picasso. Se non avesse saputo come essere creativo, dopo aver appreso tutte le tecniche pittoriche dal suo maestro, non sarebbe mai diventato un genio. Pertanto, si può vedere che le arti sono vive e non morte. Tuttavia, se non si imparano le tecniche sufficienti e non si è raggiunto un livello profondo di comprensione, poi quando si inizierete a creare, avrete perso il percorso corretto e l’arte sarà viziata. Si dice nella società di arti marziali cinese che: "
Shifu ti conduce alla porta, ma la coltivazione dipende da se stessi."
Inoltre, quando si impara un arte, è necessario comprendere la mentalità di apprendimento del sentire e dell’ottenere l'essenza dell'arte. Solo se il tuo cuore può insegnare l'essenza delle arti, allora hai guadagnato la radice. Con questa radice, si sarà in grado di crescere e diventare creativo.



Torna ai contenuti | Torna al menu