Traditional Northern Shaolin Kung Fu


Vai ai contenuti

Corso Shaolin KungFu

Corsi

Shaolin Kung-Fu è uno degli stili più importanti nel Kung-Fu, con una tradizione di oltre 1500 anni. Il sistema è caratterizzato da movimenti forti, pieni di vigore, posizioni lunghe e basse con una diversa gamma tecnica di calci, per cui è particolarmente amato dai giovani. Le forme imitative di Shaolin Kung-Fu, incorporano lo studio dei cinque animali di base [ drago, tigre, leopardo, gru e serpente ], che sono praticate insieme. Oltre queste sono praticate altre forme imitative come : ubriaco, scimmia , mantide... Sono studiate filosofia, condizionamento fisico, tecnica e forme di base, principi e loro applicazioni, teoria, tattica e studio di combattimento, forme tradizionali ( a mani nude e con armi, in coppia ) e le loro applicazioni, abilità marziale specifiche, qinna e tecniche di immobilizzazione, autodifesa da strada, moralità, cultura, qigong e salute, metodi dei punti vitali e molti altri esercizi per sviluppare le competenze e migliorare continuamente il praticante. La practica di questo stile offre una grande condizione fisica, mentale equilibrata, e non da ultimo scoprire l’abilità che il corpo umano è in grado di sviluppare.

I vantaggi di praticare lo stile Shaolin
Tutto ciò che sperimentiamo durante l'infanzia e l'adolescenza tende a influenzare la nostra vita adulta in seguito. Il modo in cui ci sviluppiamo fisicamente e mentalmente ha le sue origini in questo periodo e la conseguenza di ciò è che qualsiasi attività fisica influenza la nostra crescita e qualsiasi attività mentale influenza il nostro pensiero, quindi queste attività sono molto importanti.
L'allenamento in stile Shaolin si rivolge esattamente a questi due lati, il lato fisico e il lato mentale.

Lato fisico: l'allenamento in stile Shaolin segue 3 componenti: coordinazione, forza e flessibilità. Per un bambino o un adolescente, coordinare i propri movimenti può essere una sfida a causa del periodo di crescita, che influisce sulla propria percezione corporea. Pertanto, al fine di migliorare la coordinazione, si consiglia un'attività fisica diversificata. Nello stile Shaolin viene praticato fin dall'inizio, e l'allenamento contiene movimenti ampi, stretti, veloci e lenti, dove ogni movimento degli arti viene eseguito in connessione con altre parti del corpo, sviluppando la coordinazione. A causa della crescita del corpo, i muscoli si allungano contemporaneamente con le ossa e diventa necessario sviluppare forza e muscoli attraverso vari esercizi. Nello stile Shaolin, questo viene fatto utilizzando solo il proprio peso corporeo, in modo da non stressare il sistema osseo, o in modo che lo sviluppo muscolare non diventi eccessivo, evitando di diventare un freno nello sviluppo della crescita. In questo modo il corpo si sviluppa armoniosamente, il sistema scheletrico e quello muscolare si sostengono a vicenda. Flessibilità e mobilità non comprendono solo l'elasticità degli arti inferiori, ma l'elasticità di tutto il corpo e alla mobilità di tutte le articolazioni. L'allenamento delle articolazioni è un investimento a medio e lungo termine per proteggere le articolazioni dagli incidenti, soprattutto con l'avanzare dell'età. Pertanto, oltre il 60% degli esercizi nello stile Shaolin sviluppa e utilizza le articolazioni di tutto il corpo.

Lato mentale: è noto che lo stile Shaolin è la creazione dei monaci Shaolin nel tempio Shaolin. Questo tempio ha la sua origine nella filosofia Chan e questo rende la pratica dello stile Shaolin non solo fisica, marziale ma anche mentale.
Lo stile Shaolin sviluppa la concentrazione, quella qualità di essere presenti con l'attenzione e l'intenzione di ciò che facciamo ora. I movimenti in stile Shaolin sono progettati per consentire al praticante di rivolgere la sua attenzione a se stesso, al proprio corpo, per controllarlo ma allo stesso tempo per essere consapevole di ciò che lo circonda. Le forme in Shaolin, attraverso la complessità dei movimenti, attraverso le variazioni di velocità, alternando le parti corsive con quelle a scatti, determina al praticante il raggiungimento di uno stato chiamato meditazione in movimento. In sostanza, la mente è allenata per essere in grado di concentrarsi su attività complesse senza isolarsi dall'ambiente.
Un'altra componente sviluppata nell'addestramento è quella dell'immaginazione e qui intendo la capacità di visualizzare varie situazioni che possiamo essere presenti come persona, oppure no. Queste immaginazioni sono legate alla nostra capacità di proiettare e manipolare solo mentalmente le informazioni, di darle un significato, di creare scenari e previsioni. Quando pratichiamo una forma e il praticante la identifica come una situazione di combattimento in cui visualizza il suo avversario, i suoi movimenti ma anche i propri movimenti, questo fatto diventa un allenamento mentale che sviluppa l'immaginazione, e questa è la base di nuove scoperte, invenzioni e innovazioni, è come quando si trova una soluzione a un problema di matematica in un esame.
Un altro componente è la conoscenza di sé che rappresenta un altro lato mentale addestrato nello stile Shaolin. Partendo dal lato fisico, il praticante dello stile Shaolin valuta sempre le proprie possibilità, se può fare una mossa o l'altra, scoprendo i suoi limiti ma soprattutto scoprendo cosa ha bisogno di migliorare, o in altre parole, come superare i limiti. Inoltre, il praticante scopre che sarà in grado di superare se stesso, è l'unico che può creare limiti ma può anche superarli. Tutto questo si realizza praticandolo con un partner, che porta a confronti e scelte che si estendono ogni giorno all'interno della formazione e anche nel rapporto con le persone fuori allenamento. La conoscenza di sé è alla base delle scelte che facciamo, consapevolmente e responsabilmente.
Il punto culminante della formazione in stile Shaolin è aumentare la fiducia in se stessi, e questo è chiaramente il prodotto della conoscenza di sé, dell'immaginazione dell'esperienza diretta, del mettere il proprio corpo in relazione con gli altri e verificare o testare le decisioni prese e quindi assumersi la responsabilità di tali decisioni, in un modo non distruttibile o traumatico. Quando l'autocontrollo aumenta, il controllo sul mondo che ci circonda aumenta, la paura di qualcosa che non conosci diminuisce, siamo in grado di formare relazioni basate sulla fiducia, troviamo soluzioni a situazioni nuove e sconosciute, lo stress di domani diminuisce, l'accettazione e l'adattabilità aumentano essenzialmente. La fiducia in se stessi è quella qualità che genera azione e non reazione, che ci aiuta a trovare soluzioni ora, a non essere controllati dal passato e non avere paura del futuro.Tutte queste qualità sono alla base di qualsiasi decisione, portando alla consapevolezza e alla percezione di causa ed effetto e responsabilità.
Perché è importante percepire la causa e l'effetto o la connessione tra di loro? Perché ci permette di anticipare gli effetti delle nostre azioni in modo consapevole. Anche se questo può sembrare buon senso, in realtà non lo è. Quanti di noi non agiscono già e poi diventano consapevoli degli effetti delle proprie azioni? E abbiamo reazioni del tipo: ma non volevo né dirlo né farlo; hai frainteso, non è quello che ho detto. Per non parlare di atteggiamenti mentali come: non lo meritavo; sono stato davvero frainteso? quando non riesco a esprimermi in modo chiaro o non riesco a trasmettere ciò che penso, la responsabilità è esclusivamente di chi mi vede o mi ascolta? Nello stile Shaolin si considera che ogni nostra azione di qualsiasi tipo, fisica, comportamentale o verbale è quella che genera una reazione nell'ambiente, e questo è principalmente dovuto al fatto che abbiamo discernimento e libero arbitrio. Nello stile Shaolin, i praticanti non reagiscono agli eventi che li circondano, infatti agiscono e generano questi eventi e quindi sono responsabili. Secondo la filosofia buddista, se vivessimo in un universo in cui solo reagissimo, la nostra intera esistenza sarebbe predestinata. Indipendentemente dalle dimensioni dei tuoi sforzi, interessi o desideri, le cose che sono scritte per accadere succederanno a noi. Se è scritto essere felici, saremo felici, se è scritto essere infelice, saremo infelici, se è scritto prendere un pestaggio in una rissa, prenderemo pestaggi anche da un bambino di due anni, indipendentemente dalle nostre azioni. La visione dello stile Shaolin attraverso la filosofia Chan è che in realtà siamo noi la causa, e gli eventi intorno a noi sono il nostro effetto. Siamo la goccia che cade in un lago e genera onde, e queste onde sono eventi e si intersecano con le onde di un'altra persona.
Perché la maggior parte delle persone non percepisce questa relazione tra causa ed effetto, rispettivamente tra le proprie azioni e la propria vita? Poiché c'è un divario tra causa ed effetto, quando percepiamo l'effetto, la causa non esiste più. Causa ed effetto non possono esistere contemporaneamente, quando il pugno raggiunge il bersaglio, non c'è più il carico, quando ho fatto un passo e il tallone tocca la terra, lo squilibrio necessario al movimento è scomparso. Ma lui esisteva, è lui la causa del movimento, senza lo squilibrio iniziale, non ci sarebbe stato il movimento, senza il carico del braccio, non ci sarebbe stato il colpo di pugno. Quando parliamo quello che pensiamo, scompare immediatamente dopo che si trasforma in parole pronunciate. Dietro queste parole ci sono i processi di pensiero o le loro giustificazioni e motivazioni, ma diventano ricordi dopo l'azione. Anche se avremo accesso ad essi, non rispecchieranno più pienamente la motivazione dell'azione e dopo un'azione o una discussione, pensiamo che forse sarebbe stato meglio fare diversamente da come abbiamo fatto e quindi troviamo varie giustificazioni per cosa che abbiamo fatto. Questi fenomeni sono dovuti al rapporto tra causa ed effetto e nello stile Shaolin viene coltivato e allena la percezione delle proprie scelte in termini di consapevolezza dei propri effetti. Quando diventiamo consapevoli dell'effetto che avrà la nostra azione, possiamo fare un confronto tra ciò che vogliamo ottenere e ciò che è possibile ottenere. Se possibile possiamo cambiare la causa e non ripeterla in futuro.
Il modo in cui questo viene appreso nello stile Shaolin è fisico, quindi nell'allenamento, nelle applicazioni marziali, quando eseguiamo una tecnica, è bene conoscere il vantaggio e lo svantaggio della posizione delle braccia o delle gambe, o del corpo davanti all'avversario. Ad esempio, se teniamo le mani troppo alte, dobbiamo essere consapevoli che l'addome è esposto, e se l'avversario ci colpisce lì, è dovuto alla posizione delle nostre braccia. Se colpiamo con un braccio, dobbiamo essere consapevoli che quel braccio non può difenderci allo stesso tempo, e quindi le zone rimangono esposte all'attacco dell'avversario, e questo è dovuto a noi. Nell'allenamento vengono spiegati i vantaggi che si trovano in una certa posizione o tecnica, ma soprattutto si spiega che sono momentanei. Qualsiasi mossa è valida se viene eseguita solo quando è necessaria, blocchiamo quando l'avversario colpisce, non prima o dopo. Il praticante è rivolto, attraverso la propria esperienza del proprio corpo, alla comprensione del meccanismo di causa ed effetto e lo aiuta a interiorizzarlo ea scoprirlo nella sua vita. Quando percepiamo la relazione tra causa ed effetto, diventiamo responsabili e la responsabilità porta con sé la consapevolezza del nostro potere di costruire le nostre vite. Quando facciamo una scelta, sarebbe bene che venisse con la responsabilità degli effetti della nostra scelta, in modo da non perdere tempo in seguito con giustificazioni, evitando la depressione e ansia. L'allenamento in stile Shaolin mira ad allenare la mente in modo molto efficace, in modo che i praticanti diventino più responsabili e utilizzino il più efficacemente possibile questo meccanismo universale, che è la causa e l'effetto.


CORSI PRESSO
Palestra - Scuola Elementare "Beppe Fenoglio"
Via Roma 42, Ciriè (TO)

Corso Istruttori - Lezioni Private - Lezioni Collettive

Mercoledi ore 20,30 - 22,00

Venerdi ore 19.30 - 21.30



Shifu Constantin Boboc

Tel: 328.2191717

OMITUOFO!


Torna ai contenuti | Torna al menu